giovedì 31 maggio 2012

Sempre lì stiamo ...


Concettualmente perfetta,
indifferentemente dal sesso
dei soggetti


Foto presa in "prestito" da: E-303 cervelo

mercoledì 30 maggio 2012

Voglia di .....

Voglia di fuga.
Parlo con amici e quattro su cinque voglio sfasciare il mondo e sparire....
Mi fermo a prendere un caffè in ufficio e un gruppo di colleghi parlano di una fuga in qualche isola tropicale....
Vado a fumare con una collega in crisi da stress lavorativo, vuol fare una strage aziendale e scappare lontana....
Torno a casa e ..... no, li non hanno il coraggio di dire una cosa del genere, ma si percepisce :)
Ed io?..... Io sto progettando la mia rapina. Devo solo decidere se farla fisica o telematica, chi derubare, quanto derubare, dove scappare...... uhm.... mi sa che mi trovate sempre negli stessi posti... 

P.S.
Se nona avessero inventato i puntini "......." sarebbe un dramma :) 



domenica 27 maggio 2012

La maschera

Vent'anni fa m'ammascherai pur'io!
E ancora tengo er grugno de cartone
che servì p'annisconne quello mio.
Sta da vent'anni sopra un credenzone
quela Maschera buffa, ch'è restata
sempre co' la medesima espressione,
sempre co' la medesima risata.
Una vorta je chiesi: - E come fai
a conservà lo stesso bon umore
puro ne li momenti der dolore,
puro quanno me trovo fra li guai?
Felice te, che nun te cambi mai!
Felice te, che vivi senza core! -
La Maschera rispose: - E tu che piagni
che ce guadagni? Gennte! Ce guadagni
che la genti dirà: Povero diavolo,
te compatisco... me dispiace assai...
Ma, in fonno, credi, nun j'importa un cavolo!
Fa' invece come me, ch'ho sempre riso:
e se te pija la malinconia
coprete er viso co' la faccia mia
così la gente nun se scoccerà... -
D'allora in poi nascónno li dolori
de dietro a un'allegia de cartapista
e passo per un celebre egoista
che se ne frega de l'umanità!


Carlo Alberto Salustri (Trilussa)

giovedì 24 maggio 2012

Perchè a me guardate male?

Ho pensato che, quando si incontra una persona, quell'incontro crea cose nuove. Dà vita a pensieri, riflessioni, sentimenti, azioni, che appartengono solo alle due persone che si sono incontrate. L'amore che circola tra loro deve essere sempre vissuto tutto, in ogni momento. Fino in fondo. Perché l'amore quando circola, quando viene vissuto è leggero e fa sentire leggeri.
dal libro "È una vita che ti aspetto" di Fabio

Ho capito, non mi chiamo Fabio Volo, non gli somiglio manco lontanamente, sicuramente non ho il suo accento.... Però... perchè quando io dico la stessa cosa (da anni) tutti mi guardano male o come se fossi un alieno? Mentre detto da lui è bello e viene citato ovunque?
C'è qualcosa che non mi quadra.

P.S.
Una collega che l'ha postato su g+ a anche detto che leggendolo gli son venuto in mente io..... e ce credo !!!
 

 Volo

mercoledì 23 maggio 2012

V

Nascondi ciò che sono e aiutami a trovare la maschera più adatta alle mie intenzioni.

V (Hugo Weaving)
dal film "V Per Vendetta"



martedì 22 maggio 2012

Perso...... ?


Prima sapevo dove mi trovavo, ora non ne sono più tanto sicuro.
Mi trovavo in una delle tante piazze di questa città, seduto su di una panchina di marmo, ancora bagnata dalla pioggia, che da non molto doveva aver smesso di cadere, sapevo che mi sarei bagnato, ma sinceramente non mi interessava.
Ecco questo lo ricordo, questa scena la ricordo è ben impressa nella mia mente.
Già durante il tragitto per arrivare fin qui ciò che mi circondava iniziava a sfumare, ma avevo dato la colpa alla stanchezza (che però non sentivo) …al brutto tempo... allo smog.... insomma non ci avevo fatto molto caso.
Seduto.....
Si parla.... si parla un po di tutto... cavolate, discorsi più o meno seri o seri..... si parla....
E’ mia abitudine guardare il mio interlocutore negli occhi ed anche questa volta è così.... ma.....
Non son capace di sostenere questo sguardo, ci provo.... qualche secondo... nulla.... devo guardare altrove.
Altrove dove?.... 
C’è qualcosa che non va.... anche quando distolgo lo sguardo continuo ad averlo nella testa....
Mi guardo in giro....
Non ci sono palazzi.... non ci sono luci...
Se guardo dove dovrebbe esserci il cielo non c’è nulla...
Non ci sono rumori.... i rumori tipici della città.... nulla...
Sento la sua voce e sento la mia rispondere, ma io dove sono?
Credo di essermi perso.... mi son perso in quello sguardo che non riesco a sostenere, non riesco a sostenerlo ma ormai è in me...
Perso....


P.S.
Mini delirio..... se mi cercate.... mi son perso... ma mica son sicuro di voler ritrovare la strada :)



venerdì 18 maggio 2012

Dimentichiamoci del tempo....

Let’s forget about time
And dance our lives away

Madonna - Give me all your Luvin



lunedì 14 maggio 2012

disorientato e disarmato....

C'è un treno in lontananza lo vedo... e lo sento...
Non ricordo come son finito su queste rotaie, so benissimo che è pericoloso, è da quando son bambino che me lo dicono... "Non si cammina sulle rotaie del treno..."
Ma io non ascolto mai i consigli, almeno che non siano consigli che io stesso mi son dato, ma forse... forse questa non mi sono ascoltato.
Non si cammina sulle rotaie....
Ed io invece ci sono sopra. E' vero non ci sto camminando (mi sono ascoltato?), sono fermo, fermo su una rotaia....
Ed ora, come è normale che sia, arriva un treno. Non mi arriva alle spalle e non è silenzioso.
Lo vedo già da lontano, lucente e velocissimo, sento il suo rumore il suo avanzare fa vibrare il ferro dei binari, è distante...
Sarebbe facilissimo, un passetto alla mia destra o alla mia sinistra e il gioco è fatto, salvo...
Non mi sposto, guardo il treno dritto a me, non ho mai visto un treno in questo modo ne sono affascinato, estasiato e più si avvicina è lo trovo straordinariamente bello. Ora ci salto sopra al volo, cosa ci vuole... un balzo e sono sul tetto del treno, basta che calcoli bene i tempi... l'altezza la forza da impiegare.
Una volta sopra sarà estasiante.... la velocità, il vento che quasi ti fa male e tutto il mondo intorno che scorre velocemente....
Lo devo fare... Lo Voglio, voglio questo Treno.
Il treno corre verso di me...
Se sbaglio qualcosa mi faccio male, ma male veramente questa volta...
Il treno continua correre.... è vicino...
E se ci riesco?... se riesco a saltarci su? Mi farò male ugualmente, perché prima o poi dovrò scendere o mi faranno scendere ed allora mi farà male non poter più sentire quelle sensazioni...
Eccolo... arriva... posso ancora far finire questa follia... posso...
Ma non voglio !!!
Chiudo gli occhi .... non mi serve guardare, so perfettamente come e quando muovermi....
Chiudo gli occhi... i muscoli sono tesi... la testa è sgombra da tutto ciò che non riguarda il treno...
Eccolo .... Ora....
Sorrido

P.S.
Giurò che nn sto pensando di suicidarmi.... mi voglio troppo bene :p

Disorientato







venerdì 4 maggio 2012

Perchè?

Ma serve veramente conoscere i  "perchè"?
Forse conoscere i perchè può servire in campo sceintifico (in campo teologico vengono bellamente censurati o risolti con una sola parola che non spiega un tubo "fede"), ma nella vita di tutti giorni non credo sia molto utile, anzi non generalizzo, a Me non sono utili.
Se son io che compio una qualsiasi azione so per certo che ha una sola spiegazione, in quel preciso istante mi sembrava la cosa più giusta da fare.
Se son gli altri a far qualsiasi azione, la cosa non mi riguarda o meglio non mi interessa sapere o capire il perchè. Lo hai fatto, al massimo posso preoccuparmi del come reagire non del perchè "tu" hai fatto.
Così come quando mi trovo ad affrontare un problema serio. E' normale che inizialmente mi chiedo "perchè?", ma dura pochissimo, la maggior parte delle volte non ho la risposta ed anche quando la ho non mi serve per risolvere il problema.
Problema = soluzione o impegno per risolverlo.... analisi del come risolvero nel minor tempo possibile, con il minor impego di forze possibile e nel modo più definitivo possibile (ed in questi momenti non guardo in faccia a nessuno..... i miei fini giustificano sempre i miei mezzi).
Se poi il "problema" è un'azione compiuta da una specifica persona, non mi interessa capire il perchè, lo ha fatto ed ora ci sono delle conseguenze... bene pensiamo alle conseguenze !!!
E con questa chiudo.... Che ognuno sia responsabile delle proprie azioni, ogni azione ha una conseguenza.
E questo lo applico anche a me stesso.

p.s.
Così..... mi andava di scrivere sta cosa... magari anche poco chiara a più ;)

giovedì 3 maggio 2012

Questa è Spartaaaa..... ah no Roma :p


Come ogni mattina di qualsiasi giorno lavorativo, mi ritrovo imbottigliato nel traffico cittadino.
Nulla di strano tutto nella norma. C’è chi si innervosisce e sbraita o si attacca la clacson al minimo tentennamento della macchina che lo precede, c’è chi si trucca, chi si sta al cellulare e chi scolta musica.
Io faccio parte dell’ultima categoria, non ho la forza di far nulla se non ascoltare musica, il cervello (mi dicono che ne siamo provvisti.... bah... sul mio in molti han qualche dubbio) è ancora convinto che il mio corpo sia sul letto ed io faccio veramente poco per contraddirlo. Son convinto che il teletrasporto esiste altrimenti non mi spiego come faccio ad arrivare sano e salvo in ufficio, ogni giorno.
Oggi invece mi son dovuto svegliare prima perchè nella testa è risuonato un grido “Questa è Romaaaaaa !!!”......
Fermo al centesimo semaforo, musica a volume un tantino alto (finestrini chiusi.... acustica migliore... oltre al fatto che non amo molto far ascoltare agli altri la mia musica... )... testa altrove, sguardo perso nel vuoto con un occhio sul semaforo.....
All’improvviso....
Bum...Bum... *Tuona?.... è sereno....*
Bum...Bum.... *Sembra venire dalla mia macchina..... ecco lo sapevo si sta smontando pure questa*
Bum... Bum.... “SCUSA ?” …*E no..... non è la macchina.... la mia macchina non parla....*
Mi giro verso il finestrino alla mia sinistra e vedo un ragazzo su un scooter che mi guarda sorridente....
E’ dura, devo azionare il cervello prima del previsto.... abbasso il volume dell’autoradio 
ed apro il finestrino... sorrido...
Il semaforo è uno di quelli che ci puoi anche invecchiare aspettando che passi dal rosso al verde, io lo so... il ragazzo sorridente lo sa.
A finestrino abbassato il ragazzo mi fa: <<Bella musica e bella canzona, chi è?>>
E’ veramente dura.... devo anche parlare oltre ad ascoltare:<<E’ un gruppo, si chiamano i Nightwish e questa canzone è “Wish I Had an Angel” >>
Mi guarda e con un sorriso smarrito mi fa:<< Seeee e quando me lo ricordo… poi alza un pochino?>>
Alzo il volume e nel frattempo vedo che armeggia velocemente nella tasca del giaccone, tira fuori un iphone armeggia sullo schermo, poi… girandolo verso di me mi dice:<<Posso?>>
Guardo lo schermo e vedo che ha aperto l’applicazione “SoundHound”
Alzo ancora un po il volume e gli dico sorridendo:<<Fai pure…>>
Mette il braccio dentro la macchina, aziona l’applicazione…. Pochi secondi e il gioco è fatto, canzone trovata !!!
Ritira il braccio, guarda il telefono e poi rivolto a me:<<Trovata !!! Grazie mille, molto gentile>>
Io:<<Di nulla.. ci mancherebbe>>
Il semaforo decide che il nostro siparietto può finire così e passa dal rosso la verde….
Ragazzo con lo scooter:<<Ciao !!!>>
Io:<<Ciao !!!>>

Questa è Spartaaaa..... ah no Roma :p