lunedì 30 luglio 2012

Cazzate tra amici... vecchi ricordi e....

Un paio di volte l'anno ci si rivede quasi sempre le stesse facce (invecchiate certo) e sempre i soliti cazzari di una volta e sempre rigorosamente solo uomini, tanto che l'sms di adunata finiva con un "se ci sono problemi chiamatemi, ciao froci."
E si, la nostra comitiva era costituita prevalentemente da uomini ed i perchè son diversi.
Le "brave" ragazze non passano ore ed ore in strada.
La strada in questione era un vicolo non illuminato e poco frequentato.
Quando si è in 15/20 ragazzi non è facile che le "brave" ragazze si avvicinino.
Tanti ragazzi in posto buio (l'inverno fa buio presto.... e comunque la notta era facile trovarci lì) hanno sempre una brutta fama per la gente del posto.
Bla....bla...bla.... sarebbe un elenco infinito... e quindi mi fermo.

Tornando alla cena e alle cazzate, ho deciso di fare un breve riassunto delle cavolate raccontate, almeno fino a quando erano tutti lucidi.....

 La verità assoluta... dice il saggio (il proprietario di questa affermazione è tutto tranne che saggio):
Ottantasettemilaquattrocentocinque lire valgo per forza più di Novantamila lire, non è possibile diversamente, senti?, senti?, prova a dirlo già in bocca valgono di più e poi ci sono più numeri diversi da zero.
Nessuno ha mai obbiettato.

La ragazza (palermitana) di uno di noi:
Ma cavolo è possibile che qui nessuno ha un nome normale? tutti con questi nomignoli? Questo Parucca lo avrà un nome no?
Noi ci guardiamo smarriti, ma in nostro aiuto arriva colui a cui aspettava di diritto (dovere) rispondere, il suo ragazzo:
Certo !!! Er Bucia.

Benzinaio distante circa 3 kilometri dalla nostra meta finale (casa)... in 4 dentro una vecchia ma indistruttibile FIAT 127 rossa (uhm... vabbè.... appena costruita era rossa).
Il proprietario della macchina tira giù il finestrino e con la mano fa il segno inequivocabile di 2 (tipo vittoria).
Benzinaio: Ventimila?
Amico: No duemila !!!
Benzinaio: Scusa quanto?
Amico: dumilalire, ce devo arriva solo fino a casa, è pure discesa !!!
  
Solito primo pomeriggio di primavera, quindi al vicolo (così ancora oggi è conosciuto in zona il vicolo dove andavamo a rintanarci) eravamo appena setto/otto persone.
Arriva un altro componente della comitiva, in sella alla sua spettacolare Vespa 50 Special (Già una semi rarità ai miei tempi), appena, appena riverniciata di bianco. Mette la vespa sul cavalletto, scende e accendendosi una sigaretta si mette a chiacchierare con tranquillità insieme agli altri.
SGRAT....SGRAT.......SGRAT............ SGRAT.....SGRAT.....SGRAT.........
Non capiamo subito da dove viene quel fastidioso rumore di metallo su metallo ci guardiamo in giro....
SGRAT....SGRAT.......SGRAT..... SGRAT.....SGRAT.....SGRAT.........
Non capisco il fastidioso rumore sembra venire da vicinissimo a noi.......
Mi giro in direzione della vespa e.... lo vedo.....
SGRAT....SGRAT.......SGRAT..... SGRAT..... 
Io: Ziiiii !!!! Che cazzo stai a fà?
SGRAT...
Lui: Sto a scrive !!! .... SGRAT....
SGRAT......
Lui: Finito..... 
rimettendo le chiavi in tasca e indicandoci la chiappetta (lato basso della vespa sotto il sellino, dove è situato il motore o il nulla dall'altra parte) ....
Il proprietario della vespa si fa una risata .... (da dove è lui non può verificare se sta scherzando o no)
Io ed altri due o tre no....
Mi avvicino verso di lui mi piego leggermente la testa per guardare bene la chiappetta e.....
In evidenza ben "scolpito"....
FAO


Ne avrei altre da scrivere.... che siam ricordati l'altra sera.... ma non mi va più di scrivere.


(siamo su per giù negli anni di questa canzone)


 
 










lunedì 23 luglio 2012

boh ...

Sono solo sms che ho inviato oggi... ma se scrivo.... ci credo.

Io: non so che sta succedendo ..... ma questo sembra sia un periodo di disequilibrio .... generale ....
 
C: Si l ho pensato pure io. Sai sembra che siamo tutti a un bivio. Come se dobbiamo scegliere da che parte stare.

Io : lo sai che c'è .... più mi guardo, più ti guardo, più la guardo ... e più mi rendo conto che i bivi non è che ce li creano .... li creiamo noi.. non ci giudicano tanto gli altri ..quanto noi stessi .... caotici per natura ..... ma non ci piace sempre 
 
Io: nessuno è in grado di farci del male.... quanto noi stessi
 
 
P.S.
Si, ci sono molti puntini 
 
 


venerdì 20 luglio 2012

Il gioco, 10 metri e un caffè

Nuovo ufficio, nuova zona, nuove persone....
Cavolo, prima o poi prendo le misure per arrivare in orario.
E' passato ormai più di mese che sono in questa zona, ma ancora non ho ben capito quanto mi ci vuole per arrivare. Vabbè siamo onesti, ancora sto cercando di capire quale è limite per entrare all'ultimo secondo e non far tardi... ci riesco ... prima o poi lo trovo....
E quindi anche questa mattina sono arrivato con un po di ritardo (il che significa che se parcheggio la macchina che in teoria sarebbe ora di stare in ufficio, entro direttamente un'ora dopo... ) e quindi me la son presa comoda.
Camminavo tranquillo sotto i portici di questi palazzi già pregustando il mio terzo o quarto caffè della giornata, poche centinai di metri e sarei arrivato al bar.
Giro l'angolo ed incontro un collega, scambio del buongiorno scazzato, da minatori che stanno per chiudersi i miniera per 24 ore.... e poi  in silenzio ci dirigiamo verso la meta che sappiamo esser comune (ufficio?.... no no il bar).... ormai non più distante di un centinaio di metri.
Altra svolta e in "lontananza" la meta... 
Ma tra noi due e il tanto desiderato caffè ecco che ci son tre rappresentanti del "gentil" sesso che camminano in senso opposto, intente in un allegro chiacchiericcio.
Le guardo velocemente, mentre son intento a rollare la mia sigaretta destinata al post caffè.
Velocemente..... vabbè.... velocemente non vuol dire non accurato.
Una delle tre attira la mia attenzione, jeans, maglietta aderente blu, All Star blu basse, statura media, capelli scuri e mossi (riccio non definito)... ma non è questo che fa si che la noti... ma il suo modo di muoversi sicuro, disinvolto a testa alta  e sguardo indagatore a 180 gradi (contrariamente alle altre due, intente a guardare lei anche se non era lei a parlare).
Chiudo la sigaretta ... e la guardo per qualche secondo, il tempo che i sui occhi indagatori arrivino ad incrociare i mei.... occhi nocciola... 
Mi guarda di sfuggita....
Girano a destra prima di incrociarci.... e ci danno così le spalle...
Lei si passa una mano fra i capelli come per sistemarli....
10 metri.... non di più e gireranno nuovamente l'angolo sparendo dalla nostra vista....
Sorrido... e guardando dritto a me verso il bar...e faccio al mio collega:

André.... scommetti un caffè che la mora al centro si gira a guardare da questa parte?
 
Lui ... che nel frattempo le ha praticamente tampinate passo dopo passo e che mi risponde con gli occhi ancora fissi non sul loro viso... o le loro spalle..... mi dice sorridendo:

Se vabbè..... certo che scommetto.....

Un passo.... due passi.... tre passi... quattro passi..... ormai quasi all'angolo....

Grazie, del caffè André

Lui.... tra il divertito e il risentito.....

Fanculo a te e sti cazzo de giochetti.....

E che la giornata abbia inizio ;)

sabato 14 luglio 2012

Get The Balance Right ......


First to the left
Back to the right
Twist and turn until you got it right
Get the balance right

domenica 8 luglio 2012

8° giorno .....

Lo so perchè altre volte è stato così......

La mattina apro gli occhi....
mi guardo intorno..... dove sono?
...... Boh !!!

Sarebbe stato così...invece....
Un passo indietro .... 5° giorno (si..si...alcune ore dopo aver scritto l'altro post)

Mi addormento veramente di rado in spiaggia, troppo caldo, troppo caos, il richiamo costante del mare....
Questa volta mi sono appisolato, forse complice l'alzata alle 06,45....
Come se arrivasse da lontano...una voce...più voci che mi chiamano in modo insistente ed allarmato.
Apro gli occhi.... e subito una marea di parole mi colpisce:
"Boh.....Boh !!! alzati...alzati !!!.... ha chiamato il proprietario di casa.... ha detto di tornare subito all'appartamento...
vi aspettano i Carabinieri li..... sono entrati i ladri !!!"
La mia risposta da persona pronta e reattiva:
"eh?"
"Sono entrati i ladri in casa.... alzati... dovete andare..."

--> continua

p.s.
scusate ma scrivere dal cellulare è una palla :

giovedì 5 luglio 2012

Effetti "collaterali" .....

3° giorno.....
Che ore sono?
...mi guardo in giro, guardo il sole.... e mezzo accecato.......
Boh !!!

5° giorno
Che giorno è oggi?
...... ehmm....oggi.....è..... è....
Boh !!!