venerdì 5 aprile 2013

Fantasie e Profezie......

Pensieri mattutini o se vogliamo.... dormito poco e la testa va per conto suo e riprende a cavolo discorsi della settimana.

Fantasie....

A: mmm... raccontami una tua fantasia
Io: Ahaha. .. troppo vaga. .. di che genere? Si può esser fantasiosi su molte cose. .... però ti rispondo a priori così non ci resti male. ..
A: sono stata appunto vaga... scegli tu che fantasia e su che argomento 

Non deve essere una fantasia erotica, ma può esserlo... scegli tu... è la tua fantasia!

Che ne è venuto fuori da questo scambio?..... che non ho fantasie.
Prima di dirlo con certezza ho atteso un giorno (cioè ho risposto subito e secco, ma dopo ho dato spiegazioni), durante il quale ho dato una sbirciata al passato e un'occhiata distratta al prossimo futuro e non c'è un cavolo da fare, non ho fantasie ma questo non vuol dire che non son fantasioso.
Uno o due pensieri alla volta (son uomo e quindi limitato) reali, tangibili... che già son troppi per la mia testolina.
Piantato nella realtà, alla quale non risparmio nulla (o quasi).



Profezie....

No, no nulla o quasi di catastrofico.
Ogni tanto i corsi servono a qualcosa o meglio mi lasciano qualcosa che poi faccio mio.
Mi è sempre rimasta impressa una giornata dove mi fu esposta e spiegata la "Profezia che si autoadempie (o che si autoavvera, o che si autodetermina)" e da quel giorno non me la son più tolta dalla testa e ne ho sposato il "credo".
Non essendo io ne un sociologo ne uno psicologo riporto solo una stralcio liberamente copiato da wikipedia:
"Profezia che si autoavvera, è una previsione che si realizza per il solo fatto di essere stata espressa. Predizione ed evento sono in un rapporto circolare, secondo il quale la predizione genera l'evento e l'evento verifica la predizione."
"Una supposizione o profezia che per il solo fatto di essere stata pronunciata, fa realizzare l’avvenimento presunto, aspettato o predetto, confermando in tal modo la propria veridicità."
Ma di fondo l'affermazione che più mi è congeniale, guardandola solo in positivo è:
"Se gli uomini definiscono certe situazioni come reali, esse sono reali nelle loro conseguenze"
Non commento più di tanto queste affermazione.... chi vuole (ma raramente scrivo a caso)... ne faggia un buon uso.

P.S.
Considerazione del momento.
Non ho fantasia..... perchè le mie fantasie son reali.... uhm.... "Le fantasie che si autoavverano" eheheh mi piace :p




5 commenti:

  1. Ma farti una camomilla no???
    Comunque io credo poco alle profezie e bla bla.
    Inseguo Intuito (chiacchierone assai con me).
    Tu fantasioso? No, come puoi? Sei secco dentro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il concetto... non sta nella profezia, ma nel farci accadere ciò in cui crediamo ;)
      .... per il resto... Fanculo :p

      Elimina
    2. e io che ho detto? Non credo alle profezie.
      oh cazzo
      le prof zie
      naaa non ci credo per dna ;-)
      ...
      per il resto: scotta la verità eh

      Elimina
  2. ...fantasie che diventano reali solo perchè ne parli? Ne so qualcosa. Mi sento morì! In questi giorni mi sveglio pensando sempre la solita cosa, come un trip, ma ho paura a parlarne perchè se si avverasse...sarebbe un casino. Ma un vero e proprio casino. Come faccio? Dai dai oggi ti vedo in forma con queste poche fantasie e molte profezie...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah Berry..... non c'è mica soluzione. O meglio se leggi in giro su questa toeria illustri della psicologia danno le loro "soluzioni", ma... io boh... non saprei proprio.
      Il bello sai quale è?..... che ho poco di tutte e due ... :)

      Elimina