venerdì 12 luglio 2013

Con il culo a terra....

Apro la porta di casa.... vuota (come previsto).
Lascio dove capita i vari fardelli... entro in salone ed accendo l'aria condizionata (maledetto caldo).
Vado in cucina, apro il frigo...... vuoto, ma non tanto per dire, veramente semi vuoto, nulla di
commestibile al volo. Dispensa.... vuota.
Accendo la macchina del caffè, aspetto quel paio di minuti che si scaldi e mi preparo un caffè.
Prendo il bicchierino e torno in salone.... guardo la sedia..... il divano.....
Metto il bicchierino in terra, mi siedo sul pavimento con le spalle e la testa appoggiate al divano e mi bevo "il mio pranzo".
Con il culo a terra........
 
Ma sei sicuro?  Guarda che c'è posto !!!
Questa è la frase più ricorrente, quando a casa di amici scelgo il pavimento al divano o sedia per sedermi. 
E la gente non ci vuol credere che io sto più a mio agio con il culo a terra. 
Non so perché, non me lo so spiegare ma il stare a contatto con il "terreno" mi mette a mio agio o meglio,  vuol dire che sto a mio agio,  tranquillo e senza troppi pensieri di "etichetta" per la testa.

Così ieri. 
Serata tranquilla, di quelle che scorrono veloci tra una risata, una presa in giro e qualche silenzio. Silenzi condivisi non d'imbarazzo, dove ognuno si sente libero di pensare ai cavoli suoi (cavoli che possono essere riflessioni ad una frase appena detta o ad un particolare gesto o come a tutt'altro che nulla a che fare con il luogo o con la persona con cui si è in quel momento).
Un paio di aperitivi bevuti con gusto (ma a stomaco vuoto), all'aperto, rendono la testa piacevolmente leggera, il sole ormai tramontato e un vento freddo che tira costante.
Qualche passo verso la strada che porta alla macchina, poi così come se nulla fosse, la compagna di aperitivo, svolta a sinistra.... pochi passi e si siede in terra con la schiena appoggiata ad una balaustra in legno......
Oh.... e che cavolo ecco un'altra che ha capito tutto dalla vita e non si fa tremila problemi.
Il trascorrere di un paio di secondi (necessari per raggiungerla) e mi siedo a terra anche io, più che mai ed ancora una volta a mio agio....
Oh.... io con il culo a terra ci sto bene, fate un po come vi pare.




 

20 commenti:

  1. Risposte
    1. Raro che faccia cose che mi fanno star male. ........ :p

      Elimina
  2. Ho un amico = se ci parli per un po'
    Non ha nulla da invidiare al giovane Rimbaud!
    Che cosa c'è? Cos'ha di speciale Rimbaud?
    Cos'ha di speciale Baudelaire?
    Anche tu Bukowski dimmi la verità =
    di quella birra non ne hai bevuta la metà!


    ..bhé sì in effetti: seduti a contatto col suolo, che sia di terra, di lastre di pietra o bla bla.. è normalmente giusto e diverso!

    Mi sembrava d'esser là, a vivere l'immagine :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo un debole per i poeti maledetti. ..... avevo :p
      Normalmente giusto. .....per pochi, ma va bene così.
      "Mi sembra d'esser là"? ......lo prendo come un complimento vuol dire che sto giro son riuscito a descrivere decentemente la situazione :)

      Elimina
    2. io ti faccio sempre i miei più sentiti complimenti pacchero :)

      Elimina
  3. Sono le serate migliori!! :)
    Con i culi a terra o sul divano :)

    Moz-

    RispondiElimina
  4. La prossima volta che utilizzi i MdDPO per commentare i tuoi post mi paghi i diritti! :P

    Io sto meglio con il culo affondato su un divano, con una bella bottiglia di vino davanti. Sarà che con il culo a terra mi ci sono ritrovata troppe volte, e non per mia scelta, che preferisco altri lochi in cui posarlo, se è una mia volontà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh. ..... tutti a batte cassa a giro? :p
      Mist ....mi piacciono, sia le musiche che i testi ;)
      Con il culo a terra mi ci sono trovato diverse volte. ..... ma in quei casi non lo sceglievo ;) ........ divano? Vino?..... basta che non faccia caldo :p

      Elimina
  5. Beh, così... quando capita (perché nella vita capita) di finire "col culo a terra" tu sarai bello che comodo e spensierato :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comodo. ..... faccio in modo di esserci sempre. ...spensierato sempre più raro :p

      Elimina
  6. Ne so qualcosa... io sono sempre a piedi nudi, (potessi farlo anche per strada lo fare.. ma tra sputazzi e minzioni varie, è meglio che mi tengo le scarpe;-)
    Adoro anche sedermi a terra, le serate fuori in giardino con io seduta sul marciapiede e la schiena appoggiata la muro sono quelle che preferisco!!

    ... e poi vuoi mettere come cambia la prospettiva???
    Ciao Boh!!!
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo anche con i piedi nudi :)
      Il fatto di girara scalzo probabilmente è un cosa che mi porto dietro da sempre.... il culo a terra credo sia una conseguenza "culturale", un po le origini per metà 'contadine', un po perchè ho passato l'adolescenza su muretti mariciapiedi e piazze varie... resta il fatto che lo stare a terra mi rilassa....
      La prospettiva....
      Beh ti dico una cosa, è mkolto più facile che qualcuno salga su una scala piuttosto che si abbassi e poggi il culo a terra pur di star al tuo pari ;)

      Elimina
    2. ...e hai ragione, e sopratutto non sa quello che si perde!! ;-)

      Elimina
  7. A me è venuto in mente, leggendo il tuo post, di quando da piccola camminavo a piedi nudi per strada (ora immagina una bimba immigrata italiana camminare a piedi nudi per le strade di una pulitissima cittadina tedesca..)..non c'erano gli sputacchi dei vecchiacci..nè il rischio di siringe o ricordini di piccioni malefici..non c'erano sporcizie varie ed io facevo pascolare i miei piedini cicciosi e piccoli per l'asfalto tetesken...Anche in mezzo al bosco (sì fa tanto Heidi)..solo che c'erano i ramoscelli che ogni tanto..Sedersi col culo a terra..lo faccio sul prato..sulla sabbia o su pietra in montagna..insomma..non c'ho bisogno di una sedia io..Ma a casa no, voglio dire.se hai un sedere bello sodo, ciccioso, roba che ti fa da air bag quando ti siedi sì, ma se hai una robetta piccola..secca striminzita come la mia, quando ti siedi senti il pavimento duro sulle ossicine e fa un male boia..no..meglio il divano..o un cuscino sul pavimento:-) Ps: mitico caffè trombetta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caffè Trombetta.... ne ho fatto quasi una religione :p Mi piace troppo, peccato non sia facile da trovare fuori Roma :)
      eheheheh mi ha ricodato una cosa, di quando ero piccolo e stavo al paese (Umbria) con mio nonno e mio fratello... facevamo le corse a piedis calzi sulla ghiaia... non camminata veloce, ma proprio corsa, con mio nonno che controllava il vincitore :p
      In casa più che seduto sto praticamente disteso come se stessi su un triclivio :)

      Elimina
  8. Io culo a terra e piedi nudi.
    Che dire poi se lo si fa in compagnia di amici?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si può dire che è la compagnia giusta ;)

      Elimina
  9. Col culo a terra...ma Boh, GUARDA CHE C'E' POSTO!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se non c'è..... me lo faccio :)

      Elimina