lunedì 8 luglio 2013

Non prometto.... ma se prometto.... solo che poi....

Non ci si scriveva da un po.

Come stai?
Bene.
A casa tua come va?
Come sempre, come vuoi che vada.
La nana?
Cresce e rompe come al suo solito.
Tuo padre sta meglio?
Si, per fortuna pare che vada tutto, sempre sotto controllo, ma sta "bene".
Sono contenta di questo.

Conversazione di cortesia e soprattutto ho imparato che spesso (non sempre lo so) chi chiede vuole che gli si chieda.
Il mio chiedere è stato solo:

Sta ancora a Roma K?
No. tornata a casa i primi di marzo.
Non lo sapevo.
Ora lo sai.

Finita così. E come sempre io, come i cornuti (eh cazzo) ci ripenso.
Con tutto quello che potevo chiedere, perchè cavolo le ho chiesto come sta la sorella?
Perchè sono tarato ed anche se son passati tredici anni, non ho dimenticato la promessa fatta a quell'uomo.
Un uomo serio, fiero e severo, provato da una vita non facilissima, ma comunque sempre con "le spalle dritte". Difficile che non mi sentissi il suo sguardo addosso quando lui era nei paraggi.
Niente di più, perchè io non parlavo la sua lingua (iniziavo a capirla, ma mai parlata) e lui non parlava la mia.
L'ultima (ultima veramente, mia tornato) sera che mi trovavo a casa di V., eravamo sul letto a guardare la tv, quando suona il campanello di casa. Lei si alza e va ad aprire.
Sento chiaramente la una voce maschile che ormai riconosco e sento che vengono verso la camera.
Entrano V. e il padre, io saluto (in italiano) lui mi risponde nella sua lingua e si siede affianco a me sul letto, tutti e due con le spalle appoggiate al muro, lei si mette affianco al padre.
Si, strano quadretto è?
Cinque interminabili minuti a guardare il telegiornale (in italiano di un canale italiano) così posizionati.
Non so perchè non mi sentivo a disagio, anche se mi rendevo conto che ancora mancava qualcosa.
Poi, di punto in bianco si gira verso di me ed inizia a parlare.
Mi giro verso di lui e mi ritrovo incastrato nel suo sguardo, fermo serio, ma pesante, triste e con gli occhi velati dalle lacrime che iniziavano a venirgli su (non sono mai scese, son rimasta ad inumidire la pupilla).
Parlava con tono costante e mi guardava.
Pian piano mi sono accorto che V. nel frattempo stava traducendo, ma in realtà capivo perfettamente ciò che stava dicendo.
Finito di parlare di mi prende la mano per stringerla e con l'altra copre la stretta come a rafforzarla.
"Puoi fare questo?", nella sua lingua naturalmente.
Quando son cose serie è raro che io risponda immediatamente.
Quindi passano alcuni secondi, in cui rimaniamo in quella posizione a guardarci silenziosi.
"Le prometto che farò tutto ciò che mi è possibile fare", sento la voce di V. che traduce le mie parole.
Lui, accenna un si con il capo e stringe ancor di più la presa con entrambe le mani.
"So, che lo farai"
Poi si rilassa, lascia la presa e voltandosi verso la tv, appoggia nuovamente le spalle al muro.

E questo è il mio tarlo di questi giorni. Non faccio promesse, ma se le faccio le porto a termine anche a costo di rimetterci, solo che in questo caso non ho il riscontro. Non ho mai saputo e mai potrò sapere (visto che lui è morto) se quel patto fatto ormai 13 anni fa è stato rispettato.
Di mio mi son sempre detto di si. Ma boh.... non mi piace non poterlo sentirlo dal diretto interessato.








P.S.
Scazzo...... scusate. Sti tarli se non li scrivo non me li levo più dalla testa.


 
 
 


19 commenti:

  1. Accidenti.
    Si capisce, non si capisce.
    Ma l'atmosfera è piena. Nostalgica e dolce.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheheh si probabile che lo capisca solo io :) Ma va bene così :p

      Elimina
  2. Sai pensavo di avere un labirinto nella mia testa, ma tu mi batti! :D ma..mi piace leggerti , cosi vissuto e vero, cosi umano.:D. .anch'io ho fatto una promessa a chi non c'è più, ma e' dura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah ma te guarda cosa devo sentirmi dire.... io un labirinto in testa? ma...ma ..... ca@@o me sò perso :p

      Elimina
  3. cazzo 13 anni fa? no troppo tempo: le promesse vanno contestualizzate.
    tutto in forma di rispetto, occhei, ma ..
    ma il patto si scioglie se viene a mancare una delle parti, amen.
    c'est la vie!
    ooohhhh i System!!!!! non li conoscio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi sento vincolato a quella promessa.... ciò che potevo fare l'ho fatto quando era da fare. Non son scemo fino a questo punto.
      Sai che mi manca? Il suo "grazie", ma non per esser gratificato (non ne frega un cavolo) ma per sapere se almeno son riuscto a farlo star sereno a suo tempo.
      System?.... mi sto stupidendo più del solito... 4 ore sempre la stessa canzone senza sosta... (cioè si quando son sceso a fumare)

      Elimina
    2. allora è tutt'occhei!!
      ooohhhhh lo vojo quel cd che tu sai!!!!!!!! (azie scemo!!!!!!)
      :)))))))))))))))))))

      Elimina
    3. vojo.....vojo..... come se non lo sapessi :p

      Elimina
    4. erba vojo
      cresce nel giardino
      erba vojo
      ;)

      Elimina
  4. Un po'(st) ombroso per essere in vacanza :)
    Le promesse si mantengono, ma non ci si deve annullare per queste^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ombroso? eheheheh si probabile, per questo l'ho scritto, per togliermela st'ombra :p
      Promesse? Le mantengo (tranne una.... forse) :p

      Elimina
  5. Qualcuno un giorno mi disse che "le promesse sono fatte per essere spezzate".

    Da quel giorno non credo più nelle promesse. E non ne faccio. E al tuo posto non mi metterei tante paranoie.

    Se ti senti in pace con te stesso sei in pace con il mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo nelle promesse che mi si fanno ;) Sono restio a farle. .... ma in casi eccezionali le faccio e molto raramente non le mantengo :p
      Sono fatto così. .......paranoie comprese :)

      Elimina
  6. nice blog! ^^


    http://alovelystyle.blogspot.com.es/

    RispondiElimina
  7. odio le promesse. Con me non le hanno mai mantenute. Post triste Boh...m'hai intristito (sì,lo sono di mio,lo so, ma boh..)..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrò di rimediare al più presto con un post allego. ..... magari ti metto allegria ;)
      Ci sono pensieri che se non li scarico in questo modo mi si attaccano addosso e mi straniscono, pubblicandoli li rendono meno pesanti, ve li scarico. ....ehehe Vi "sfrutto" :p
      Non mi aspetto mai che gli altri mantengano le promesse che mi fanno ;)

      Elimina
  8. Credo che la serenità tu l'abbia regalata a quell'uomo nel momento in cui gli hai fatto la promessa e gli hai stretto la mano.
    E poi, io ho una convinzione, quando una persona muore e va in cielo, sa e vede tutto.
    E ora lui sa.

    Uè, al prossimo post ci facciamo due risate, eh?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tendo alla risata. ......poi ogni tanto mi spunta fuori qualcuno/a che mi ricorda che non posso solo ridere (non lo fanno volutamente ) .
      Sanno e vedono tutto ok...... ma non me lo dicono :p

      Elimina