venerdì 26 aprile 2013

un caso?..... uhm..

Come ho da poco scritto in un commento ad un post , credo fortemente nel caso (casualità degli eventi).
Però ci sono dei casi che inizano ad esser poco casuali e molto costanti.

11:24 26 Apr - C: Oggi lavori?
11:24 26 Apr - C: O hai pontificato?!?
11:24 26 Apr - C: ?
11:25 26 Apr - Io: Lavoro
11:25 26 Apr - C: Mmmmm
11:25 26 Apr - C: Quasi quasi
11:25 26 Apr - C: Sembra che sia deserta Roma
11:26 26 Apr - Io: È deserta
11:27 26 Apr - C: Allora pranziamo assieme?
11:30 26 Apr - Io: Io però devo andare verso Termini
11:31 26 Apr - C: Ah
11:31 26 Apr - C: Vabbe un altra volta..


Direte voi.... vabbè capita.
Si capita, ma specialmente con lei capita sempre. Se io devo andare da qulche parte o non sto proprio a Roma, posso star certo che arriva telefonata o messaggio per cena e pranzo, che poi mi vedo costretto a rimandare.

Altra coincidenza.
Anche qui, rasento la matematica, più che il caso.
Quando mi incontro con alcune persone... se mi dice bene è solo nuvoloso, altrimenti piove o nevica e non lo dico così per scherzare.... è un dato di fatto. Cavolo, lo vedrò una volta il sole !!!



lunedì 22 aprile 2013

Attacco al potere - Olympus Has Fallen

No, no non è un post di politica, dove inneggio la rivoluzione popolare (anche se....).
E' il titolo di un film visto domenica (Notare, come al solito... titolo originale non ha nulla a che vedere con la "nostra" traduzione).
Nooooo, non ho nessuna voglia di far una recensione al film (uhm... se vi piacciono film d'azione stile Die Hard andate pure...). 


Dopo 120 minuti di film, le luci si son accese ho pensato (uff .... si lo faccio anche io):
Vero che è un film e che quindi tutto molto esagerato, ma credo che molti americani sarebbero d'accordo con le dinamiche del film. Quali?
Semplice.
Facciamo scoppiare un caos internazionale (guerra nucleare), ma cavolo salviamo il Presidente degli Stati Uniti. So scemi o cosa? E uno.... uno uomo solo, s'è pure già goduto la sua bella vita, potrà pure dar il buon esempio e sacrificarsi per il suo paese no?
Poi ho provato ad immaginare (è più facile di pensare...) lo stesso film, ambientato in Italia...
uhm.... ahahahahahha
Su queste cose noi italiani non siamo ricattabili...
Terrorista: "se non fate questo e questo ... uccidiamo il presidente !!!"
popolo italiano: "siiiiii era ora..... sbrigateviiii !!! Solo il presidente? qualche parlamentare?"
O no? ;)






mercoledì 17 aprile 2013

Musica...

C'è modo e modo di ascoltare musica in macchina.
O meglio, io ho due diversi modi di farlo, che in comune hanno solo il volume molto alto.

Autoradio.
La musica ascoltata con l'autoradio è la "normalità", volume alto, tanto da sentire le vibrazioni sulla carrozzeria (mi scoccia quando sono in fila o nei centri abitati.... devo abbassare perchè non mi piace disturbare) e nello stomaco. Piacevole, ed è indifferente dal mio umore... ci canto sopra per sfogo se mi girano le scatole, batto il tempo con le mani o i piedi (quando non lo faccio con il freno... poracci quelli dietro) quando son allegro.

Cellulare e quindi auricolari.
La musica ascoltata con auricolari. Tutt'altra storia.
Qui diventa una cosa intima, sempre volume da stordire, ma la sento solo io, peccato non poter chiudere gli occhi. Quando non ho voglia di sfogarmi (che sia per rabbia o per "felicità"), quando il cervello (non sono previste battute sul fatto che ne sono sprovvisto :p ) mette in fila gli eventi, prendendomi anche per il culo per ciò che ho fatto o detto. Lavora per conto suo "guarda" e mi rimanda le immagini ed io faccio lo spettatore e non l'attore del mio film. Comodo ;)

lunedì 15 aprile 2013

Non dormire il pomeriggio....

E me lo ripeto sempre... "Non dormire il pomeriggio" o se proprio devi farlo... mai più di un'ora.
Quando mai mi do retta.... 3 ore e qualcosa di coma , conseguenze? Un ora di sonno questa notte ed anche farcita di sogni strani.
Ora. Io ho il bel/brutto vizio di cancellare i miei sogni, quindi in vita mia ricordo solo 6 sogni (7 con questo oggi...) di cui 4 sono catastrofici a dir poco (di questi 4 uno è lo stesso.... ripreso a distanza di 3 o 4 anni ma con un finale diverso....).
Mi metto a letto alle 01,30 circa......
Mi giro come una trottola e rompo i coglioni a chi dorme con me fino alle 04,00....
Credo di essermi addormentato intorno alle 04,15/30.....

"Sono le 22,15 mi metto a letto.
Mio fratello già dorme, lo sento che farfuglia qualcosa nel sonno ... ma dorme.
Mi metto su un fianco sto per chiudere gli occhi.... il cellulare si illumina.
Chiamata.... guardo il nome. Rispondo.
Io: Ciao C. !!! Stavo per addormentarmi.
C: Già dormi? Ed io che volevo passare a trovarti, va bene dai, sarà per la prossima volta.
Guardo l'orologio.
Io: Dai vieni, ci vediamo al piano sotto però, che qui già dormono tutti.
C: Perfetto a tra poco,
Mi vesto al volo e scendo una rampa di scale, per ritrovarmi in una grande sala spoglia nessuna mobilia, nessun quadro o qualsiasi cosa appesa alle pareti bianche.
Il pavimento ricoperto di una moquette blu scuro.
C'è la porta di un ascensore. E una rampa di scale che scende.
Giro lo sguardo alla mia destra e sono già li sedute comodamente a terra...
Poche cose in comune le due. Fisici diversi, modi di esprimersi diversi, visuali di vita diverse... beh son tutte e due more e son nate lo stesso mese, ma per il resto diverse.
Io: Ciao C. .....Ciao.... Sc.
Mi siedo, anzi mi sdraio su un fianco e si inizia amabilmente a parlare.
Gente.... che corre per le scale....
Grida di paura...
Ci guardiamo tutti e tre un po stupiti.
Ci alziamo....
4....5......6..........una quindicina di persone che scendono le scale al "galoppo"
Alcune si fermano davanti le porte dell'ascensore.
Sono agitati nell'attesa non riescono a star fermi, quasi saltellano da un piede all'altro.
Io (faccia da punto interrogativo): Scendiamo?
C. e Sc. : Si !
Io: ok, prendiamo le scale e passiamo dai garage che si fa prima.
Iniziamo la discesa.
Prima lenta, poi senza un motivo apparente di corsa, saltando i gradini....
Mi giro.
Io: Dai che ci siamo quasi.
Dietro di me 3 persone, un signore ed una signora ben vestiti che si tengono per mano ed un uomo con una tuta da lavoro e caschetto da cantiere.
Lei: Fortuna, non ce la facevo più... sei stanca Sarà?..... 
Mi guardo ancora una volta indietro....
Lei (ora spaventata): Sara?..... Saraaaaa !!! Dove è Sara? Fermiamoci.....fermiamoci.
Io: Signora, scendete vedo se la trovo nelle cantine, conosco bene questo palazzo.
Non aspetto la sua risposta, svolto a destra e vado verso le cantine.
Giro..... Giro....
Io: SARA.
Giro
Io: SARAAA
Giro...giro...
Mi fermo. Sento chiaramente la voce di una bambina...
S: Mammaaaa, mammaaaa
Io: Sara? Dove sei....?
S: Quì dentro è tutto buio.... non riesco ad uscire.... mammaaaaa
Io: Sara, arriva ad un muro e batti forte con i pugni.... forte.
Sento il rumore dei pugnetti su una parete... non ci sono porte....
Uomo con tutta da lavoro: Non ti preoccupare ho con me un piccone, butto giù la parete.
Io: Perfetto... SARA allontanati dalla parete.
L'uomo con la tutta da lavoro inizia a picconare la parate....
un tonfo....
due tonfi....

Guardo l'orario del cellulare..... 22,15
Il display mi segnala che una chiamata in corso....
Guardo il nome "Sc."
Rispondo.
Io: buongiorno è?
Sc: eheheh si buongiorno, senti ma sai che tra un'oretta arrivo?
Io: Come tra un'oretta, ma non avevi detto che arrivavi domenica.....cioè domani?
Sc: Si.... però ho fatto prima.
Io: Ok, ci vediamo in albergo?
Sc: Va bene ti aspetto li.
Mi alzo velocemente, vado farmi una doccia,
Mi vesto... le 24,05... ok penso un paio di ore son li.
Scendo.
Salgo in macchina e parto.
Prendo il cellulare e chiamo.
Io: Sc... son partito, tra poco dovrei arrivare.
Sc: Bene, tra qualche minuto dovrei arrivare anche io.
Io: perfetto.... senti ma come mai questa improvvisata?
Sc: Così... lo sai che io...
Io: Aspetta ti devo chiudere, ci sono i carabinieri.
Attacco al volo.
Paletta....
Mi fermano.
Il carabiniere "donna", di avvicina e con voce ferma: Buona Sera, andava di fretta?
Io: Si veramente si, avrei un appuntamento e sono già in ritardo.
Carabiniere "donna": Ma ci sono conosciamo?
Io: Dovremmo?... non lo so forse.
Carabiniere "donna": Ma si certo Mirko !!!
Io: Si certo. Arrivederci.
Giro la chiave, metto in moto e tranquillamente riparto.
Che ore sono?..... è giorno cavolo... saranno quasi le 12,00 e fa un caldo boia.
Prendo il cellulare, chiamo.
Io: ... niente, anche i carabinieri ci si mettono, non son riuscito ad arrivare questa notte. Cerco di sbrigarmi.
Sc: Tranquillo, io riparto in serata, almeno per qualche ora ci si vede,
Io: Bene.
Chiudo la chiamata.
Sono nervoso.... qualcosa mi dice che non sarà così.
Squilla nuovamente il cellulare.
Rispondo senza guardare chi stia chiamando.
carabiniere "donna": Senti Mirko.... però almeno potevi lasciarmi i dati della patente e del libretto prima di ripartire.
Io: Posso darteli ora per telefono? E' un giorno intero che guido e rischio di saltare l'appuntamento.
carabiniere "donna": Va bene dai.... dettameli, anche se in realtà siamo con la macchina dietro a te.
Guardo dallo specchietto, ed effettivamente una macchina blu dei carabinieri è dietro di me.
Io: Bene segna.......
Fornisco tutti dati. Patente, libretto e chiudo la telefonata.
E' notte.... è domenica notte cazzo...
Ormai è partita è inutile che mi affanno.
Scatto di rabbia.
Do un pugno allo sportello sinistro, subito sotto il finestrino...
Nulla, ancora.... rabbia...
Stringo di più il pungo... e punto direttamente al vetro....
uhm....
No....
Cazzo..... è un sogno.... tutto questo non è logico....
Non ho nessun appuntamento...
Non si danno dati a carabinieri per telefono....
Non conosco nessuna bambina di nome Sara...
Non è possibile C sia venuta a casa mia e soprattutto insieme a Sc....
Non vivo più con mio fratello da anni....
E' un sogno cazzo !!! "

Mi sveglio.... apro gli occhi....
Sorrido... "si un sogno... del cavolo"
Suona la sveglia.....
E che la giornata abbia inizio !!!





P.S.
Dimenticavo..... scorrere del tempo.... e persone che compaiono e scompaiono, son proprio così.... non ho abbreviato ne tolto nulla.

giovedì 11 aprile 2013

Boing.... boing..... boing......

Metto su la musica come tante altre volte che mi preparo a scrivere qualche stronzata quì......
Alzo al massimo il volume...
Chiudo gli occhi.....
Finisce la canzone.... la rimetto....
Finisce la canzone.... la rimetto....  
Finisce la canzone.... la rimetto.... 
Finisce la canzone.... la rimetto.... la stessa.   
Boing.... boing..... boing......
Solo una pallina rossa che rimbalza..... ed anche fuori tempo.



venerdì 5 aprile 2013

Fantasie e Profezie......

Pensieri mattutini o se vogliamo.... dormito poco e la testa va per conto suo e riprende a cavolo discorsi della settimana.

Fantasie....

A: mmm... raccontami una tua fantasia
Io: Ahaha. .. troppo vaga. .. di che genere? Si può esser fantasiosi su molte cose. .... però ti rispondo a priori così non ci resti male. ..
A: sono stata appunto vaga... scegli tu che fantasia e su che argomento 

Non deve essere una fantasia erotica, ma può esserlo... scegli tu... è la tua fantasia!

Che ne è venuto fuori da questo scambio?..... che non ho fantasie.
Prima di dirlo con certezza ho atteso un giorno (cioè ho risposto subito e secco, ma dopo ho dato spiegazioni), durante il quale ho dato una sbirciata al passato e un'occhiata distratta al prossimo futuro e non c'è un cavolo da fare, non ho fantasie ma questo non vuol dire che non son fantasioso.
Uno o due pensieri alla volta (son uomo e quindi limitato) reali, tangibili... che già son troppi per la mia testolina.
Piantato nella realtà, alla quale non risparmio nulla (o quasi).



Profezie....

No, no nulla o quasi di catastrofico.
Ogni tanto i corsi servono a qualcosa o meglio mi lasciano qualcosa che poi faccio mio.
Mi è sempre rimasta impressa una giornata dove mi fu esposta e spiegata la "Profezia che si autoadempie (o che si autoavvera, o che si autodetermina)" e da quel giorno non me la son più tolta dalla testa e ne ho sposato il "credo".
Non essendo io ne un sociologo ne uno psicologo riporto solo una stralcio liberamente copiato da wikipedia:
"Profezia che si autoavvera, è una previsione che si realizza per il solo fatto di essere stata espressa. Predizione ed evento sono in un rapporto circolare, secondo il quale la predizione genera l'evento e l'evento verifica la predizione."
"Una supposizione o profezia che per il solo fatto di essere stata pronunciata, fa realizzare l’avvenimento presunto, aspettato o predetto, confermando in tal modo la propria veridicità."
Ma di fondo l'affermazione che più mi è congeniale, guardandola solo in positivo è:
"Se gli uomini definiscono certe situazioni come reali, esse sono reali nelle loro conseguenze"
Non commento più di tanto queste affermazione.... chi vuole (ma raramente scrivo a caso)... ne faggia un buon uso.

P.S.
Considerazione del momento.
Non ho fantasia..... perchè le mie fantasie son reali.... uhm.... "Le fantasie che si autoavverano" eheheh mi piace :p




giovedì 4 aprile 2013

Leggende metropolitane - L'uomo camaleonte

Questa mattina non avevo nulla di meglio da fare e mi son messo a leggere notizie idiote in giro per il web e mi son imbattuto in una classica "Leggenda Metropolitana".
Curiosa per diversi motivi.
Stranamente non vien fuori da new york o qualche città degli State, ma udite, udite.... da questa "mia" specie di città.
Altra stranezza (vabbè.... visto l'oggetto nulla o poco è strano), sembra riguardare un uomo (inteso come essere umano... e non qualche strano alligatore che vive nelle fogne di qualche strana città sempre degli stati uniti).
In pratica si narra di una di un tizio che è in grado di adattarsi all'ambiente (ok....ok... l'uomo lo fa da
sempre... ma aspettate) ed in particolare alle persone che lo circondano, modificando l'aspetto, il carattere i modi di fare a seconda della persona o al gruppo di persone con sui si relaziona.
Già questo mi stava facendo sorridere, poi proseguendo la lettura.....
Questo mutare però, non è per somigliare alla persona che si trova difronte, quanto a ciò che l'altro/a vorrebbe vedere o di cui ha bisogno.
Ora........ considerazioni... più che altro perplessità.
Ma cambia anche sesso?
Il suo aspetto non in copia quale è?..... cioè se lo si mette in una stanza buia da solo.... come diventa?
Se per sbaglio incontra un altro "essere" come lui.... con le stesse "capacità" (che poi... come fa legge nel pensiero?) che casino combinano?
Non c'è nulla da fare, riesco a farmi le domande pure sulle stronzate.