venerdì 30 agosto 2013

Profezia...

Profezia che si autoadempie:
In psicologia, una profezia che si autoadempie si ha quando un individuo, convinto o timoroso del verificarsi di eventi futuri, altera il suo comportamento in un modo tale da finire per causare tali eventi.
Fonte: WikipediA

Di solito sono un mago in questo.... vediamo di cambiare, che l'idea non mi fa impazzire :p


P.S.
Si vede che sto periodo non mi viene in mente nulla da scrivere? :p

martedì 20 agosto 2013

Biglietto da Visita

Ecco, se c'è una cosa che mi è poco congeniale è il "Biglietto da Visita".
Non c'è un perchè logico ma il gesto di dare il biglietto da visita, lo trovo "cafone", da persona che se la tira.
Che sia per lavoro o per qualsiasi altra cosa (odioso quando conosci qualcuno/a e ti danno il loro cavolo di biglietto) se arriva nella mia mano un biglietto da visita lo frullo appena girato l'angolo, boh... sarò strano io, preferisco chi si prende la briga di segnarsi l'email o il telefono da qualche parte (che poi è più facile da perdere... ok ci sta, ma lo preferisco).
Portarsene dietro qualcuno può avere la sua utilità per carità.
Ad esempio un paio di anni fa feci un incedente (n'altro?.... si mi hanno tamponato) con la macchina, nel bel mezzo della tangenziale.
Ora, su una strada a dir poco trafficata a due corsie (e quindi due belle colonne di macchine in fila) senza corsia di emergenza, non vi è molto tempo per star a discutere (o rischi il linciaggio da parte degli altri automobilisti...già di loro nervosetti), specialmente quando si tratta di un semplice tamponamento a due.
Quindi scendiamo al volo dalle macchine,
Guardiamo i danni reciproci (foto al volo con il cellulare).....
Io: Vabbè, se non ci sbrighiamo e arriva anche la municipale, rischiamo la multa, ha un numero dove posso chiamarla?
Tizio: Si, guarda (leggermente più gande di me di età... o se li porta male.... mi da del tu, ok buono...meglio) se hai dove scrivere.... (numero di targa preso.... nella foto fatta in precedenza)
Prendo il uno dei due o tre biglietti da visita, la penna e mi segno i suoi numeri.
Poi ne prendo un altro lo giro (c'è più spazio è quasi tutto bianco tranne per lo stupido logo in basso a destra) e ci segno il numero dell'ufficio e il cellulare e lo consegno al Tizio....
Tizio.... lo prende.... lo guarda....
Lo gira.... lo rigira....
Mi guarda....
Tizio: Ma sono gli stessi stampati sul biglietto !!!
Io: ah, si vero... scusa non ci pensavo.
Saluti e "baci", montati ognuno sulla sua macchina e via....
Da quel giorno neanche i due o tre soliti mi porto dietro.
Hanno la loro utilità.... ad esempio, insieme ai biglietti dell'ATAC, sono perfetti per far filtri... 
Facendo due conti di quanti ne ho...... ok..... avoja a fumà.





lunedì 19 agosto 2013

Wanted

Sabato sera non avevo un cavolo da fare ed in più ero di turno mammo.
Quando è così mi metto a vedere qualche dvd, dopo una rapida occhiata decido di metter "Wanted".
Nulla di che come film, ma sicuramente movimentato e con una  Angelina Jolie in versione stronza, che non guasta mai.
La nana si mette sul divano con me a vedere il film.
Dopo qualche minuto di film, parte una canzone....
La nana inizia a muovere le spalle...
Si alza e inizia a ballare, con il suo strano modo a metà tra uno gnomo ubriaco e una cubista da nightclub e mentre balla, con voce da cagnolino bastonato, mi fa: "Papino?"
Io tra me e me: "ecco il lato FEMMINILE che esce fuori"
Nana: "Prendi la canzone col il cellulare?"
Effettivamente mi piaceva quindi mi alzo (nana malefica) e prendo questa canzone.
Verso la fine del film... altra bella musica... presa anche questa.
Morale della favola. Il film è sempre lo stesso, scorre veloce e leggero in compenso non ricordavo avesse queste due belle canzoni (forse questo giro mi han colpito di più, perchè calzano con il periodo).
Quindi ve le lascio, che non ho tanta voglia di scrivere.

Questa quella del balletto.




 I believe I can see the future 
Cause I repeat the same routine 
I think I used to have a purpose 
Then again 
That might have been a dream 

I think I used to have a voice 
Now I never make a sound 
And I just do what i've been told 
I really don't want 
Them to come around 

Oh no 

Every day is exactly the same 
Every day is exactly the same 
There is no Love here 
And there is no pain 
Every day is exactly the same 

I can feel their eyes are watching 
Incase I lose myself again 
Sometimes I think i'm happy here 
Sometimes 
Yet I still pretend 

I can't remember how this got started 
But I can tell you 
Exactly 
How it will end 

Every day is exactly the same 
Every day is exactly the same 
There is no Love here 
And there is no pain 
Every day is exactly the same 

I'm writing on a little piece of paper 
I'm hopeing someday I might find 
Well i'll hide it behind something 
They wont look behind 

I am still inside 
A little bit comes bleeding through 
I wish this could've been any other way 
But I just don't know 
I don't know 
What else I can do 

Every day is exactly the same 
Every day is exactly the same 
There is no Love here 
And there is no pain 
Every day is exactly the same 

Every day is exactly the same 
Every day is exactly the same 
There is no Love here 
And there is no pain 
Every day is exactly the same


E poi l'altra.....


Have you heard the news?
Bad things come in twos
But I never knew
'Bout the little things
Every single day
Things get in my way
Someone has to pay
For the little things
And I'm through with the stories
And I'm sick to my shoes
And the walking and the talking
It's got nothing to do with
The final solution
It's a box full of tricks
And I'm through with repairs
When there's nothing to fix
When there's nothing to fix
When there's nothing to fix
And it all comes down to you
Let the headlines wait
Armies hesitate
I can deal with fate
But not the little things
Armageddon may
Arrive anyday
I can't get away
From the little things
With a pile of cares
And a bucket of tears
I could look at the sunlight
And I feel no fear
With a mountain of maybes
And some Icarus wings
And I'm armed with delusions
And one little thing
And that one little thing
And that one little thing
And it all comes down to you
Have you heard the news?
Bad things come in twos
But I never knew
'Bout the little things
Every single day
Things get in my way
Someone has to pay


Buon proseguimento :)

giovedì 8 agosto 2013

E' nuova.... poverina... "Ciò Fegato: Like the legend of the phoenix"

Ciò Fegato: Like the legend of the phoenix: 18 gradini hanno segnato la fine del mio precedente blog. Io seduta sul mio letto, all'una di notte. Lui che chiudeva il portone di so...

sabato 3 agosto 2013

15 giorni..... 3 post in uno (troncati)

"Fratelli" coltelli 

Quando dopo quasi 10 anni di silenzio il tuo ex AMICO ti incontra per caso e sia lui che la moglie si comportano come se nulla fosse successo...... beh non sarò certo io negargli la "normalità" (se avete fantasia....buona LETTURA).
Sul bordo della piscina dove ci si è incontrati:
F.: A te che piace  l'Irlanda ti devo far ascoltare un gruppo irlandese.
Io: Dimmi, il nome, magari li conosco.
F: aspetta non ricordo.... Rum e qualcosa...
Io: Rumjacks?
F: Si, mi pare di si, ma aspetta che li ho sul cellulare... senti.
Io: Si, sono loro e si è vero mi piacciono.
F: eh lo sapevo che a te sarebbero piaciuti.

E così.... via... baci e abbracci con un suo saluto finale, ormai quasi ognuno dentro le proprie macchine... : "Oh, non sparire, vediamoci, magari tutti insieme, con le bambine".
Strana la gente.



Ed io che volevo dormire....

Fine settima scorso in Toscana. Partito con mio fratello per andare a vedere come se le cavavano i miei dopo una settimana con le nane al seguito (una buona scusa per farsi qualche bella mangiata e un po di mare decente).
Avevamo deciso di fermarci a dormire una notte, ma già eravamo a conoscenza del fatto che non vi erano più stanze o posti letti per dormire. 
Il genio di mio padre, ci fa: "Guardate prima di venire su, passate a casa mia vi ho tirato giù la tenda e i sacchi a pelo. Prendete tutto che la proprietaria dell'agriturismo ha detto che potete montarla e dormire li"
Sacco con tenda dentro...... preso.
Sacchi a pelo......presi.
Partiti.
Arrivati, fatto il bagno, giocato con nane, mangiato (da dio e fino a scoppiare) ed arriva il momento di montare la tenda.
Tra me e me cercavo di ricordare l'ultima volta che avevo dormito in tenda.... 15 anni? 20? Boh, tanti effettivamente e per un certo aspetto l'idea di dormirci nuovamente mi piaceva (un po meno dormirci con mio fratello....ma vabbè).
Ci prepariamo a montare sta tenda io e mio fratello ed intanto da dietro la collinetta (6/8 metri ma coperti alla visuale appunto da una collinetta) mia madre sento che dice:
"Cà, ma non gli dai una mano a montare la tenda?"
Mio Padre:"Oh... ho fatto due figli maschi, sono grandi e dovrebbero esser in grado di montare una tenda"
Mia Madre:"Si, ma quelli insieme non fanno una testa"
Io mio fratello ci guardiamo e sorridendo iniziamo ad aprire la tenda.
Apriamo questo sacco.... iniziamo a guardare i pezzi del telaio.... boh...
Srotoliamo il telo..... lo giriamo e rigiriamo...... boh....
Mio Fratello: "Ecco.... poi dice a noi, sto rincoglionito.... Paaaaaaaaaaa !!!!"
Io me la rido perchè guardando quello che avevamo aperto... potevo solo ridere.
Arriva mio padre.
Mio Fratello: "Senti..... questa non è la tenda da due è la veranda della canadese da 4..... che ce famo?"
Mio Padre: "Ma che ca.................. uhmm si è vero.... strano...."
E scoppiamo a ridere.
A tutto c'è una soluzione. Lui voleva pagarci una stanza d'albergo li vicino, noi dopo averlo mandato nuovamente a quel paese e da buoni zingari.....
"Non rompe dormiamo in macchina"
Beh erano anni che non dormivo in tenda ma era anche dal 2002 che non dormivo in macchina. Ultima volta al parcheggio dell'aereoporto di Dublino.

Pensare prima di parlare....

Mercoledì e Giovedì due cene fuori con amici diversi e argomenti "diversi".
Mercoledì, serata con il solito gruppetto (compagne delle superiori) con cui ci si vede mediamente una volta al mese. Come detto in un altro post 4 donne a cena che si scordano che te non sei una donna sono uno spettacolo della natura da ascoltare.
Dalla cena è venuto fuori (e sto giro sembra una cosa seria) che il centro/sud italia è sprovvisto di un certo tipo di struttura "alberghiera"... ci siam guardati, fatto due conti su tutto e ci siam detti, beh.... informiamoci e vediamo che fare. Serata più che piacevole.
Giovedì altri amici uscita a 4.
Inizio serata racconto del "progetto" di cui si era discusso la sera prima.
Rm: "Beh una bella idea... ma i soldi?"
Rm:"a beh giusto la bionda mo si separa.... scopatela che quella ha i soldi e ci sistemiamo"
Io:"............."
E in quel silenzio nella mia testa mi è sorta spontanea una domanda "SISTEMIAMO?" .... bah.
La serata volge al termine e ci separiamo due due....
In macchina.
Rm:"Basta la prossima volta mi dispiace a chi capita, ma sarò una stronza"
Io:"............"
Rm:"Eh si cavalo uno non nasce stronzo, ma ci diventa per quello che li fanno. E' proprio vero, siamo il risultato di quello che ci è capitato, che ci hanno fatto"
Io:"eh si....."
Rm:"Scema.... una volta.... due.... ma poi basta non guardo in faccio a nessuno"
E nella mia testa..... "ma proprio te, mi fai questi discorsi?.... quasi quasi applico anche io la tua teoria"
Bello esse vittime ed allo stesso tempo non accorgersi di fare le stesse identiche cose.
Almeno io ho il buon senso di stare zitto.