mercoledì 13 agosto 2014

Stralci di..... #3

Già che è sera, sono in casa ed ho tempo per scrivere (e voglia?... bah) non è proprio il massimo.

Fatto una cena da "schifo" sta sera, dove il da schifo vuol dire che non mi son regolato.
Tornato a casa con una fame tossica ho aperto il frigorifero ed ho trovato solo cose salutari (non va bene), zucchine, peperoni, uova, frutta e stop (ok non conto la miriade di salse che ormai "colleziono").
Quindi....
Prese tre uova, due zucchine e una intera cipolla rossa (non era in frigo) e fatta una frittata.
Preso un peperone (giallo, uff preferisco quelli rossi ma non ne avevo), tagliato a listarelle, messo in padella con un po' di olio e paprika piccante.
Preso un mega panino da hamburger (di quelli con i semi di sesamo sopra, si si ok neanche questo era in frigo), tagliato a metà, cosparsa una metà di tabasco e dopo abbondante senape di Ikea (più dolce e con delle erbette dentro), adagiata mezza frittata, svuotata la padella dei peperoni (olio compreso) sopra la frittata, altra mezza frittata sopra e poi chiuso il panino.
Aperta ultima birra che avevo in frigo (regalata... ah si non fa parte delle cose salutari che avevo in frigorifero), peroni gran riserva 50cl.
Tempo per finire il tutto, bevande incluse... 10 minuti.
Poi caffè.

Mio padre. Di nascita cittadino, ma con genitori "paesani" e del sud, quindi molto cerimoniosi e attenti all'ospitalità, come solo al sud san fare.
Mia madre. Di nascita paesana, con genitori paesani umbri e contadini, quindi molto pratici e alla mano.
Questa premessa per "raccontare" il breve aneddoto rivelatomi qualche giorno fa' .
Prima volta che mio padre va a cena dai futuri suoceri (si dovevano sposare due mesi dopo, almeno a conoscerli), presentazioni varie, scambio di qualche parola e poi a tavola.
Ricordate la premessa? .... l'ospitalità del sud? ecc ecc?
Bene.
Mia nonna gli riempe il piatto e poi poggia la pentola al centro del tavolo.
Gli altri si servono da soli.
Mio padre guarda con avidità il pane che è sul tavolo, un filoncino sciapo, intero.
Nessuno lo taglia.
Vede mio nonno che prende il pane, ne taglia una fetta per lui e lo riporge al centro del tavolo.
E quì il lampo di genio. Se voleva mangiare il pane doveva affettarselo da solo, se voleva dare il bis della pietanza, doveva servirsi da solo.
Mi è stato spiegato che....
Visto che i miei nonni materni non è che navigassero nell'oro da giovani, anzi rasentavano la sopravvivenza era loro abitudine non sprecare nulla. Il pane tagliato a fette e non mangiato, diventa duro prima che se lo si lascia intero. Una volta riempito un piatto ciò che rimane nel piatto viene buttato (quando erano piccoli i nonni, manco quello che avanzava dai piatti si buttava), quindi ognuo si riempe i piatti da solo in modo che si regola da se con le quantità.
Non è un caso che son diventato un affettatore di pane maniacale.

Mi rendo conto di avere un'insana attrazione per cicatrici.
Le noto subito, mi piacciono, le scruto nella forma, colore e quando possibile la "consistenza" al tatto (il così detto dito nella piaga :p ).
Ne ho avuta la conferma alcuni giorni fà mentre guardavo, su un blog, la foto di un semi nudo di donna (vestita di soli slip), due secondi ed ho individuato le cicatrici e su quelle si è fermato lo sguardo.
Poi mi son messo a leggere i commenti sotto e trovo scritto dalla stessa autrice del blog:
"Ho deciso che la prima foto mi piace molto.
Si vedono tutte le mie cicatrici.
"
A quel punto ho pensato (e scritto):
"ah ecco, allora non sono "malato" solo io.
.......ecc.................ecc.............................ecc..................."
Però a pensarci bene è più normale che piacciano a lei che non a me..... Boh.











31 commenti:

  1. Ma scusa...perché questa postava una foto in slip sul suo blog? Quale il senso? Parlare delle cicatrici?
    O forse non ho capito... -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè bene o male ognuno ha un modo diverso per "raccontarsi", c'è chi scrive ciò che fa giornalmente, c'è chi racconta solo eventi particolari, c'è chi fa recensioni a libri/film, c'è chi inventa vere e proprie storie parallele, c'è chi fa foto solo foto a paesaggi, c'è chi fotografa se stesso/a, c'è chi scrive poesie, c'è chi racconta la sua vita sessuale, c'è chi....... Ma di fondo è un modo come un altro per dire "ehi ci sono anche io e sono così (o vorrei essere così)"

      Elimina
    2. Caspita. Ho capito adesso.
      :)

      Elimina
  2. Secondo me è la donna della tua vita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quale vita?... questa, la prossima o quelle che son passate? :p

      Elimina
  3. La Peroni Gran Riserva mi fa venire in mente qualcosa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa?.... cosaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa :p

      Elimina
    2. o qualcuna? Baol vedi di muover le chiappe e di corsa

      Elimina
  4. Per il pane funzionava così anche a casa dei miei nonni, la cultura contadina è una gran bella cosa a cui dovremmo rivolgere più spesso lo sguardo.
    Ma poi, tanto per capire, sei riuscito pure a dormire dopo cotanto paninazzo?! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che dalle due culture da cui provengo quella contadina è sicuramente quella che più son riuscito a far mia.
      ahahaahh dormo anche se mangio i sassi (e poi vado quasi sempre a dormire tardino, quindi ho tempo di digerire) :)

      Elimina
  5. passo oltre sulla catastrofe alimentare che hai messo in piedi ieri sera
    le attrazione non sono insane
    manco le tentazioni.
    non c'è giusto o sbagliato che regga con la coscienza altrui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quale catastrofe, invidiosa :p
      Alle tre affermazioni, che posso dire.... Nulla è insano, ma sò cosa può esserlo per me :)
      Le tentazioni, son divertenti... ma alla fin fine scelgo a quali cedere (poche di quelle serie, tante di quelle stupide)
      Il giusto e sbagliato è sempre soggettivo (fin quando non salirò al potere io.... :p )

      Elimina
  6. Bene. Quando mi inviti a cena? Ho voglia di quel panino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci stavo pensando ieri sera (ehmmm aspetta non l'invito a cena.... :p ), aprire un locale (tipo pub) dove vengono serviti panini con frittate (se ne possono fare di tutti i tipi dalla più rozza, frittata alla cipolla, alla più raffinata, frittata al tartufo bianco) e birra di vario genere :p

      Elimina
  7. Boh vs food!!!! :-) sono nella fase adorazione dello "street , house e confort food"!!!! Ho "inventato "un panino per il mio lavoro. .. se lo sapevo ..chiamavo direttamente te!!! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh.... però ora mi dici che panino :p
      Sono un adulatore del cosidetto cibo da strada oltre al fatto che ho la tendenza a "paninizare" tutto ;)

      Elimina
    2. Un panino vegetariano, una specie di hamburger di melanzane! :-D

      Elimina
    3. E no....le melanzane no. Dillo che ce l'hai con me :p

      Elimina
  8. Accidenti, quello è un panino! Da favola!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna è una "favola" da lieto fine, perchè con i peperoni di sera poteva anche essere una "storia infinita"...... da digerire :)

      Elimina
  9. Pensavo mi prendessi in giro sulle cicatrici e invece no.
    Ma non sei l' unico ad avere l' istinto di passarci il dito sopra.
    Attirano sempre lo sguardo.
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no non era una presa in giro (probabilmente il comennto sarebbe stato preceduto da un "eheheheheheh") ;)
      Per il resto, che le cicatrici attirino lo sguardo, ne son sicuro, bisogna veder perchè :p

      Elimina
    2. Attirano lo sguardo perché non ti aspetti che una signorina tutta delicatina e sottile abbia due ginocchia da marines in guerra.
      Credo.
      Mmm...ci devo pensare.
      No. Meglio di no.
      Troppa fatica.

      Elimina
    3. Con il "troppa fatica", hai vinto ;)

      Elimina
  10. ...per me il momento cesso alimentare corrisponde con la nutella...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, ma io non son una amante dei dolci.... certo che pizza bianca con dentro la nutella è un ottimo compremesso :p

      Elimina
  11. ciao. Se ti andasse due chiacchiere in privato, la mia email è:

    fuocodidentro@live.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahahahah e così ora ne ricevi di email ;)

      Elimina
  12. e niente son rimasta intrappolata nella descrizione della "fogna" alimentargodereccia (a parte la carne), tutto il resto è passato invisibile :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è carne (infatti ho pensata ,) ), il panino è quello per hamburger, ma non vi era carne :p

      Elimina
  13. non hai mangiato carne e mi hai pure pensato.... ti lovvo <3

    RispondiElimina