mercoledì 20 agosto 2014

Frà cazzo da Velletri....

Uno dei motivi per cui è bello esser rimasto a Roma (a lavorare, ecco questo è meno bello) ad Agosto è la quasi totale assenza di traffico.
Vi sembra poco? Non lo è, lavoro/casa venti minuti, quando mediamente durante gli altri messi dell'anno impiego (quando mi dice bene) un'ora circa.
L'altro ieri tornando in macchina a casa ormai prossimo ad uscire sul GRA, ecco chi mi trovo davanti la classica autobilista indecisa.
Freccia a sinistra, 50 metri e toglie la freccia.
Freccia destra, pochi secondi e.....
Quattro frecce e fermata brusca nel mezzo di una biforcazione (davanti ai cartelli che indicano le varie strade, tanto per capirci).
Sono costretto a frenare anche io e visto che i miei pensieri son coloriti come il mio parlare, tra me e me: "Ecco n'altra che guida a cazzo di cane" .
Dopo questo gentil pensiero e dopo aver schivato l'auto, svolto a destra, giusto il tempo di salire e scendere da un cavalcavia per potermi immettere sul GRA ed ecco che alla mia destra giunge un imponete SUV, che se frega della mia presenza e come se nulla fosse, mi taglia la strada per immettersi prima di me (nemmeno credo mi abbia visto) a quel punto i miei pensieri son stati nuovmente più veloci della mia lingua: "ecco è arrivato Frà cazzo da Velletri".
Mi rendo conto solo ora che queste due affermazioni nonle ho dette alta voce solo perchè ero al telefono, ma questo non mi ha fermato dall'iniziare a pensare (si... penso.... e si, come potete immaginare ero molto interessato alla conversazione)........
Ma questi due esplicativi modi di dire da dove cavolo provengono? Li ho sempre usati, ma in realtà non ne conosco la provenienza.
Quindi, questa mattina mi sono acculturato.

a/alla cazzo di cane:
Pare che il cane faccia una certa fatica ad accoppiarsi con sufficiente destrezza, perché non centra subito il bersaglio. Chiedo scusa a tutti per il linguaggio non proprio scientifico.
Risulterebbe quindi una cosa fatta male.
Fonte: macforever

Frà cazzo da Velletri:
Frà Cazzo da Velletri è comunque una tipica figura immaginaria pressoché ignota fuori le mura di Roma, essa infatti è conosciuta sopratutto nelle periferie ove si narrano storie e racconti bizzarri ed astratti.
Nonostante siano stati fatti studi e ricerche sulle origini di tale metafora simbolico fisica, non si hanno riscontri tangibili sulle reali origini di essa. Resta quindi pressoché oscura la vera origine di tale alterazione fisica, c’è da dire ad onor del vero e per precisione scientifica che nello stesso periodo vennero scoperte figure quali: Zega, Munghi e Radelle anch’esse entità astratte conosciute solo nell’immaginario collettivo laziale.
Questa figura così tanto ben rappresentata in tutto il mondo è divenuta oggi una sorta di iconografia mitologica al pari degli elfi dell’unicorno, del minotauro o del ciclope, ma a differenza di essi Frà cazzo da Velletri (comunemente conosciuto perché spara cazzate) non è impresso come immagine fisica o determinata. Infatti esso assume di volta in volta forme e profili diversi, esso è cangiante, camaleontico e può assumere i volti di chiunque, e chiunque può diventare di colpo Frà Cazzo da Velletri; la mutazione è repentina e indolore ma allo stesso tempo mortificante, una volta divenuto Frà Cazzo da Velletri è molto difficile poter cambiare stato e considerazione presso altri.
Come si diventa Frà Cazzo da Velletri? La metamorfosi è davvero semplice, basta spararla grossa, è infatti sufficiente dire e o raccontare balle gigantesche, come il nostro Silvio nazionale. Si dicono le più grosse che vengono in mente ed è importante però raccontarle a più persone possibili e cosi facendo si arriva al momento allegorico.
Il problema per il tapino è che una volta guadagnata questa identità, si diventa lo zimbello della comunità in cui si staziona, ma poco male, perché chi lo è non se ne accorge e seguiterà nei suoi sproloqui e figurette.
**
Ancora su Fra’ Cassio da Velletri
C’è chi lo indica come Personaggio mitico leggendario, frate che godeva fama di guaritore.
La principale legenda racconta che Messer Nuccio Tornabuoi, essendosi invaghito di Lisa, moglie del gonfaloniere di giustizia di Firenze Lapo dei Pazzi, scommette che riuscirà a conquistarla. Per realizzare il sogno, sparge la voce che Fra’ Cassio da Velletri è capace di mettere in fuga il demone della lussuria dal corpo della donna: quindi, fattosi passare per il santo frate, circuisce la donna, e per curarla bene dice che ci vorrà parecchio tempo. La fa sua per un anno intero, anche con la complicità di Lisa e con spese cospicue di Lapo. Viceversa, nella leggenda otto/novecentesca del centro Lazio, Frà Cassio è un personaggio non meglio definito, si cita di solito quando qualcuno ti chiede "Ma chi è?" e la risposta è scontata: "Fraccazzo da Velletri !!"
In verità pare fosse realmente un buon religioso, chitarrista ed organista nella Roma del 1920.
Fonte: morris

Ed ora che siamo tutti più colti.... Buon proseguimento di giornata ;)

mercoledì 13 agosto 2014

Stralci di..... #3

Già che è sera, sono in casa ed ho tempo per scrivere (e voglia?... bah) non è proprio il massimo.

Fatto una cena da "schifo" sta sera, dove il da schifo vuol dire che non mi son regolato.
Tornato a casa con una fame tossica ho aperto il frigorifero ed ho trovato solo cose salutari (non va bene), zucchine, peperoni, uova, frutta e stop (ok non conto la miriade di salse che ormai "colleziono").
Quindi....
Prese tre uova, due zucchine e una intera cipolla rossa (non era in frigo) e fatta una frittata.
Preso un peperone (giallo, uff preferisco quelli rossi ma non ne avevo), tagliato a listarelle, messo in padella con un po' di olio e paprika piccante.
Preso un mega panino da hamburger (di quelli con i semi di sesamo sopra, si si ok neanche questo era in frigo), tagliato a metà, cosparsa una metà di tabasco e dopo abbondante senape di Ikea (più dolce e con delle erbette dentro), adagiata mezza frittata, svuotata la padella dei peperoni (olio compreso) sopra la frittata, altra mezza frittata sopra e poi chiuso il panino.
Aperta ultima birra che avevo in frigo (regalata... ah si non fa parte delle cose salutari che avevo in frigorifero), peroni gran riserva 50cl.
Tempo per finire il tutto, bevande incluse... 10 minuti.
Poi caffè.

Mio padre. Di nascita cittadino, ma con genitori "paesani" e del sud, quindi molto cerimoniosi e attenti all'ospitalità, come solo al sud san fare.
Mia madre. Di nascita paesana, con genitori paesani umbri e contadini, quindi molto pratici e alla mano.
Questa premessa per "raccontare" il breve aneddoto rivelatomi qualche giorno fa' .
Prima volta che mio padre va a cena dai futuri suoceri (si dovevano sposare due mesi dopo, almeno a conoscerli), presentazioni varie, scambio di qualche parola e poi a tavola.
Ricordate la premessa? .... l'ospitalità del sud? ecc ecc?
Bene.
Mia nonna gli riempe il piatto e poi poggia la pentola al centro del tavolo.
Gli altri si servono da soli.
Mio padre guarda con avidità il pane che è sul tavolo, un filoncino sciapo, intero.
Nessuno lo taglia.
Vede mio nonno che prende il pane, ne taglia una fetta per lui e lo riporge al centro del tavolo.
E quì il lampo di genio. Se voleva mangiare il pane doveva affettarselo da solo, se voleva dare il bis della pietanza, doveva servirsi da solo.
Mi è stato spiegato che....
Visto che i miei nonni materni non è che navigassero nell'oro da giovani, anzi rasentavano la sopravvivenza era loro abitudine non sprecare nulla. Il pane tagliato a fette e non mangiato, diventa duro prima che se lo si lascia intero. Una volta riempito un piatto ciò che rimane nel piatto viene buttato (quando erano piccoli i nonni, manco quello che avanzava dai piatti si buttava), quindi ognuo si riempe i piatti da solo in modo che si regola da se con le quantità.
Non è un caso che son diventato un affettatore di pane maniacale.

Mi rendo conto di avere un'insana attrazione per cicatrici.
Le noto subito, mi piacciono, le scruto nella forma, colore e quando possibile la "consistenza" al tatto (il così detto dito nella piaga :p ).
Ne ho avuta la conferma alcuni giorni fà mentre guardavo, su un blog, la foto di un semi nudo di donna (vestita di soli slip), due secondi ed ho individuato le cicatrici e su quelle si è fermato lo sguardo.
Poi mi son messo a leggere i commenti sotto e trovo scritto dalla stessa autrice del blog:
"Ho deciso che la prima foto mi piace molto.
Si vedono tutte le mie cicatrici.
"
A quel punto ho pensato (e scritto):
"ah ecco, allora non sono "malato" solo io.
.......ecc.................ecc.............................ecc..................."
Però a pensarci bene è più normale che piacciano a lei che non a me..... Boh.











lunedì 11 agosto 2014

Stralci di..... #2

Si parlava di paese questo fine settimana.
Fine settimana al mare (non amo particolarmente il litorale laziale, ma i miei si son presi una casa lì...quindi) e la sera, complice qualche bicchiere di troppo mia madre si è messa a tirar giù racconti della sua infanzia (e della mia) e delle storie "antiche" di paese e così.....

Il mio bis nonno (il padre di mio nonno materno) era un figlio di puttana e non solo nei modi di fare (mezzo alcolizzato e propenso al gioco e alle donne), ma lo era probabilmente anche di fatto. Lasciato neonato davanti ad un orfanotrofio di suore è stato poi verso i 7/8 anni allevato da una famiglia "bene" umbra (si son ben visti dall'adottarlo, solo allevato, ma nessun nuovo cognome, nessun altro tipo di riconoscimento). Da quel che ho capito è sempre stato un po irrequieto, fino a quando non si è sposato (con una donna che da quel che dicono era molto forte e lo teneva in riga) ha fatto 3 figli e sembrava andar tutto per il verso "giusto".
Poi è morta la moglie (giovane, di parto) e la sua indole è tornata fuori. Prima cosa ha tentato di liberarsi dei figli, mandandoli a garzone (così si diceva da quelle parti), in pratica li mando a lavorare presso altre famiglie che gli fornivano anche vitto e alloggio (dimeticavo, la defunta moglie veniva anche lei da una famiglia benestante e quindi diverse cose gli rimasero). Piano riuscito per 2/3 perchè mio nonno si rifiutò e si ostino a tornare tutti i santi giorni a casa Sua (ehm... mio nonno non si interessò mai più a suo padre), ma tornando al buon bis nonno. Non si risposò mai ma, ebbe un'altro figlio da una compagna (figlio fattosi frate in età adulta), poi lascio anche questa ed andò a convivere (si era avanti il mio bis nonno, lui conviveva, in un periodo forse, dove questa parola neanche veniva usata per il vivere insieme di una coppia di fatto. Non ho capito che fine ha fatto questa donna, perchè di punto in bianco i racconti son passati agli ultimi anni di vita.
Fu mandato in un ospizio di suore (la vendetta dei figli probabilmente). Ma anche lì non che se ne stava buonino, mio nonno fu mandato a chiamare da queste suore perchè suo padre molestava le vecchiette che alloggiavano lì. Mio nonno se ne fregò altamente rispondendo in modo un colorito alle "brave" suorine.
E' morto lì in ospizio, mio nonno ricevette la notizia della sua morte per telefono, non andò al suo funerale.

Avevo iniziato a scrivere altro aneddoto riguardante i fratelli "coltelli" di mio nonno, ma son rotto di scrivere.

Dimenticavo.
Venerdì quando son arrivato a casa al mare, son stato accolto dalla nana urlante con questa frase:
"Papà, Papaaaaà nonna dice che sono matta come te da piccolo"
Cazzo, manco i genitori aiutano a far fare bella figura.

Non ricordo in che contesto, ma mio padre se ne uscito così:
"Da uno studio è uscito che 11% dei figli di coppie etorosessuali non conoscerà mai il loro vero padre o se lo conosceranno non sarà quello che han sempre creduto essere il loro padre naturale (ed ha aggiunto, neanche i presunti  padri lo sanno)"






venerdì 1 agosto 2014

My Shazam 18-06-2014/28-06-2014

Title Artist Date
War Zone Rob Zombie 28-Jul-2014 08:56
Bounce System Of A Down 27-Jul-2014 02:35
X System Of A Down 27-Jul-2014 02:59
Storytime Nightwish 26-Jul-2014 04:17
Eleanor Rigby The Beatles 23-Jul-2014 05:05
Friends Will Be Friends Queen 23-Jul-2014 05:08
Communication Breakdown Led Zeppelin 22-Jul-2014 05:46
Wild Woman Imelda May 22-Jul-2014 05:46
Getting Away With Murder Papa Roach 21-Jul-2014 09:03
T.N.T. AC/DC 21-Jul-2014 06:12
Loser Beck 21-Jul-2014 06:17
Love Runs Out OneRepublic 21-Jul-2014 06:10
Supermassive Black Hole Muse 16-Jul-2014 10:04
Lady Madonna The Beatles 16-Jul-2014 05:24
Highway To Hell AC/DC 16-Jul-2014 05:02
If You Want Blood (You've Got It) AC/DC 16-Jul-2014 05:15
In Italia Fabri Fibra & Gianna Nannini 06-Jul-2014 01:16
Black Widow Kicks Ass John Debney 05-Jul-2014 06:26
Innuendo Queen 02-Jul-2014 12:38
Il Muro Del Suono Ligabue 29-Jun-2014 08:44
One Night (Perfect Radio) Cristian Marchi 27-Jun-2014 10:38
1312 (Silvano Scarpetta Remix) Knod Ap 27-Jun-2014 10:53
Song 1 Vs Bucky F**k U Very Much 27-Jun-2014 05:00
Gangsta's Paradise Coolio Feat. L.V. 26-Jun-2014 08:49
Rock 'N Roll Train AC/DC 26-Jun-2014 05:38
It's My Life Bon Jovi 25-Jun-2014 05:14
Dude (Looks Like A Lady) Aerosmith 25-Jun-2014 05:46
Best Day Of My Life American Authors 24-Jun-2014 07:14
Thunderstruck AC/DC 21-Jun-2014 10:36
Coming Undone Korn 21-Jun-2014 09:31
Wings Of Feather And Wax Killer Be Killed 19-Jun-2014 03:17
Bride Of The Monster Kitty In A Casket 19-Jun-2014 02:17
Come Out And Play The Offspring 19-Jun-2014 05:42
Resistance Muse 18-Jun-2014 10:11
Love In An Elevator Aerosmith 18-Jun-2014 09:11