martedì 28 aprile 2015

Stralci di..... #6

Iniziamo così:


La mia testa è nei morsi di gogna, 

I sensi di colpa nei sorsi di cognac, 

La paranoia, che nelle sere mi ingoia, 

Come un bicchiere di Nero di Troia, dipingo pitture nere di Goya. 

Come se non meritassi ciò che ho. 
Come se contassi ma per quante ciocche ho. 
Assuefatto al fastidio, prendo merda addosso e mica la schivo, chiamami Steve, Oh! 
Vivo in un sogno surreale come Dalì. 
Qualcuno mi chiede "Michele, dimmi, com'è da lì?" 
Da qui? Come non si era mai visto prima 
Uno sballo! Senza dietilammide nè mescalina! 
Ti do una dritta: appendimi al muro come un Magritte! 
Mettici su la mia faccia e sotto la scritta "Ceci n'est pas une pipe!" 
O mettici quello che vuoi, tanto non cambia! 
Ascolto una voce che parla con calma! 


Fai, 

Fai da, 

Fai da te, 

Fai da tela, 
E lascia che la gente ti dipinga, come può! 
Come deve! 
Come crede! 

La gente! 

Tutti ce l'abbiamo con la gente... 

Come se non ne fossimo parte, ci si estromette sempre! Sempre! 

Vorremmo la perfezione ma non può essere! 
Essere: ci viene male come le fototessere! 
Dubbi! 
Chissà se è bastardo! 
Chissà se è castrato! 
Chissà se è bastato! 
Nasconde la follia... chissà se la stano! 
Mantegna insegna a fare delle frecciate un'icona, San Sebastiano! 
Sospetto vago 
Vago spettro di Christmas Carol, 
Ma da Escher non si esce! 
E mi ritrovo qui daccapo, intrappolato nella mia visione della vita, caro! 
Io con le mie sopracciglia da Frida Khalo, 
Calo, 
La mia testa nei morsi di gogna, 
I sensi di colpa nei sorsi di cognac, 
La paranoia, che nelle sere mi ingoia, 
Come un bicchiere di Nero di Troia, 
Vede l'angoscia come ad Utoya! 


Fai, 

Fai da, 

Fai da te, 

Fai da tela, 
E la scia che la gente ti dipinga, come può! 
Come deve! 
Come crede! 
Siamo come tele! 
Siamo come tele! 
Siamo come tele! 
Siamo come tele! 
Siamo come tele! 




Fine della pausa musicale.

Avrei un circa duemila cose da scrivere, quindi come al solito facile che scriverò si e no due cazzate :p

Questa mattina mi son messo ad ascoltare trace audio che ho nel cellulare, musica, suonerie, e file audio che mi son stati spediti (in realtà me ne son rimasti solo due).
4 secondi risalenti ormai a tre anni fa e boh un semplice "Buongiorno, ma quanto sei scemo" che m'ha lasciato un strano sorriso stampato in faccia, mi ha fatto vedere un 'film' lungo tre anni, non sempre degli stessi toni del messaggio audio ma di cui per fortuna ancora non vedo i titoli di coda.

Strani messaggi:
"[27/4 07:46] XXXXXXX : Purtroppo non lo so
Potevano essere congiunture una volta ormai neanche quelle 
Ascolti persone e nel tuo diritto farlo
Chiedersi come sta XXXXXXX o mandarle un sms 
O farsi vivo dopo un invito a cena 
Io non esisto nella tua vita e sto constatando solo quello
[27/4 07:47] XXXXXXX : Io il mio l'ho fatto sempre da amika ci sono sempre stata o sempre avuto il desiderio di vederci incontrarci e passare del tempo insieme 
Tu non ti sei degnato di mandare un sms a febbraio con tt quello che mi è successo
L'ultima volta che abbiamo parlato è stata a gennaio una sera a casa mia
Penso che tu non mi abbia mai risposto al cell non sapendo neanche cosa stesse succedendo 
forse a te passano i mesi senza accorgerti chi c'è o chi non c'è
Non è uno sbrocco è un evidenziare ciò che è successo negli ultimi 3 mesi
Forse a te non farà differenza a me invece si visto che professo amicizia però penso che ormai si è arrivati al capolinea come ho scritto sul gruppo 
Tanto altri sanno che non era riferita a loro visto che li vedo frequento li cerco anche solo x un ciao e vengo cercata anche solo x un buongiorno
Daje Boh è x dire che sono trasparente ai tuoi interessi
Forse non vuol dire che non mi vorrai bene 
Pero a volte è anche il pensiero quello che conta 
1 pensiero 1 attimo"

Ma queste son cose che mi lasciano sempre un po interdetto, per tantissimi motivi che non son sicuro di riuscir a spiegare in poche parole... ci provo.
Ho uno strano concetto di amicizia, non son capace di esser costante nelle cose (sms, messaggi, telefonate ecc ecc), tranne con una sola persona (ma non fa testo), non chiamo mai per uscire, cerco di esser sempre presente quando si richiede espressamente la mia presenza, ascolto tutti con pazienza e se richiesto do anche il mio parere, non racconto mai i cazzi miei agli altri (tranne le cazzate). Quindi che dire, si posso far a meno tranquillamente di molte "amicizie", ma in fondo son tutte persone con cui son stato molto chiaro fin da subito.... oggi ti servo ci sono, domani probabilmente mi stanco e non ci sono più, ma il tutto con tranquillità, facile che tra qualche mese, anno torna tutto come prima.... come anche no.

Basta me so rotto (de scrive...per oggi).