mercoledì 27 aprile 2016

Il tradimento: problema individuale, fenomeno sociale o naturale?


Questo che riporto quì sotto è solo uno dei tatni pensieri... diciamo una finta 'giustificazione' al gesto, ma che non vuol esser tale. 

La società di oggi è fatta per tradire. Ormai abbiamo più o meno tutti orari di lavoro poco ‘umani’ (sia uomini che donne), torni a casa che hai spazio solo per fare ciò che devi fare, pulizie, star dietro a bambini se ne hai, preparare la cena, dopo sei stanco, magari ti vedi un po' di tv, vai a dormire.... e tutto ricomincia. Il fine settimana sei oggettivamente stanco (c’è anche chi lavora) ed hai poca voglia di fare, ti annoi.
Ed ecco che cerchi (che ‘tu’ sia uomo o donna) la via di fuga, anche solo quei 10 minuti che ti distraggono, che ti fanno evadere da quel circolo chiuso che è la coppia/famiglia/lavoro.
E’ cambiato il modo di vedere/vivere il rapporto uomo/donna? Siamo tutti più egoisti? No è la società che vuole troppo. Meno lavoro e più tempo da passare con chi amiamo e avremo più tempo per divertirci anche in famiglia, avremo più tempo per organizzare cose che non ci facciano annoiare, avremo più tempo per i figli risolvendo così anche il problema dei giovani lasciati troppo allo sbando, non seguiti.



venerdì 15 aprile 2016

Avevo grandi sogni

"Avevo grandi sogni".... una semplice affermazione. E come al solito quando son gli altri a dire o scrivere le cose, mi si impigliano i pensieri. Si, si, Vi sfrutto per ricordarmi che se voglio son anche capace di pensare o ricordare....
Io non ricordo di ver mai avuto grandi sogni, quando ero piccolo pensavo solo a giocare e mangiare... da adolescente a mangiare e giocare e "diventare cieco", da ragazzo a mangiare, giocare, "divetare cieco", fumare e si anche a far sesso vero.... e qualche casino... e così via fino ad oggi dove ho solo aumentato le cose che giornalmente mi possono 'preoccupare'.
Quindi alla famosa domanda... "da grande cosa vorresti fare?" continuo a rispondere .... "quando sarò grande deciderò".
Razionalmente lo trovo molto limitante, ad esempio trovo difficile programmare un po tutto, preferisco procedere a caso o secondo le voglie del momento.
Io da grande non voglio far nulla... ma solo aver la possibilità di far ciò che mi va...quando mi va.

Ora....ad esempio mi son stufato di scrivere.


A questo punto però vi chiedo, quali erano i vostri sogni? (non fa nulla se realizzati o no... solo quali erano).