lunedì 8 agosto 2016

Barbapapa

...e poi ti rendi conto che dipende tutto dalla barba.

"Mio padre faceva la barba praticamente tutti i giorni, probabilmente per questioni di 'etichetta' lavorativa e con il passare degli anni abitudine a vedersi in un certo modo. Però con il passare degli anni mi son reso conto che in base a come portava la barba potevo capire un po di cose.
La barba fatta di prima mattina, voleva dire appunto, lavoro o comunque un impegno più o meno formale (essendo cresciuto lui da genitori molto formali, anche una cena a casa di amici di famiglia per lui era/è formale), la barba lasciata crescere per un giorno/due, voleva dire relax o comunque una domenica passata in casa a leggere o ascoltare musica o a giocare con i due figlio rompi palle. La barba di due o tre giorni (aveva/ha una barba molto fitta e passato scura...ora bianca) voleva dire che non stava per nulla bene, quindi era sinonimo di malattia, che poteva esser più o meno grave a seconda della lunghezza della barba (uhmmm in opedale no, riusciva a trovar il modo di farsi la barba ogni tanto... come diavolo facesse, non lo so)."

Domenica sera ero in casa ed oltre al fatto che mi stavo annoiando, avevo anche diverse 'madonne' inespresse per la testa. Passo davanti ad uno specchio in corridoio e mi fermo un attimo a guardami (praticamente per me potrebbero anche toglierlo da li quello specchio, perchè questa sera si e no la seconda volta che mi ci fermo a specchiarmi) e ..... a parte un occhio gonfio e praticamente chiuso che  mi lacrimava e dall'altro lato la simpatica ciste, che dopo 6/7 anni ha deciso farsi nuovamente vedere, sulla guancia.... c'era qualcosa che mi disturbava che non mi faceva star bene. La barba cazzo, ecco perchè ho questa sensazione di malessere, perchè è da più di un mese che non taglio la barba e come 'insegna' mio padre, sei hai la barba lunga vuol dire che stai male.
Fanculo, tagliato tutto... mo voglio vedere !!!!




lunedì 1 agosto 2016

Stralci di..... #9

Ferie finite già da un mese (anche qualcosa di più) e già ripartirei perchè mi son stufato di questo caldo e soprattutto di lavorare.
Di cosa vogliamo parlare? .....
Delle mie vacanze?..... Degli ultimi attentati (e della follia di questo ultimo mese)?..... Che ci son treni che è meglio perdere che prendere?... Che dopo 6 anni ho rivisto mia cugina matta?... o di altro?
Non ne ho idea ora vedo...


Sono passati almeno 4 giorni dalle poche righe scritte sopra.... segno che non ho la testa giusta per scrivere.